Brioches al farro

Ho aperto una confezione di farina di farro che avevo lì da un paio di mesi, l’avevo comprata per provare una torta di mele di cui ora non trovo più la ricetta. Ma nel frattempo avevo finito la farina integrale per un altro dolce, quindi ho pensato di sostituirla con la farina di farro.

Così la farina di farro è rimasta aperta e avevo voglia di prepararci qualcosa. Visto che a casa mia abbiamo bisogno di tante colazioni, e a me piace preparare i lievitati, ho pensato che si poteva provare un impasto per brioches!

Ho guardato un po’ su internet alcune ricette, alla fine ne ho mescolate due o tre e ho fatto di testa mia (come ormai succede spesso) 😆

Il risultato è stato strepitoso da subito, e questa è la parte più strana, perchè di solito mi servono almeno un paio di tentativi per arrivare ad una buona ricetta! 😆

Ecco quindi le mie brioches al farro, che ho già rifatto due volte perchè finiscono sempre molto in fretta! Si mantengono morbide per 2-3 giorni, a noi piace riscaldarle un attimo in forno e farcirle in qualsiasi modo, in questo caso ho usato la mia marmellata di arance (che meriterebbe un post tutto suo, tanto è buona!) 😉

Ingredienti

350 gr farina Manitoba

200 gr farina di farro

1 cubetto di lievito di birra fresco

100 gr latte intero

50 gr panna a temperatura ambiente

2 uova

120 gr zucchero di canna

120 gr di burro a temperatura ambiente

1 cucchiaio di miele

Procedimento

Scaldate leggermente il latte e scioglietevi il lievito di birra insieme al cucchiaio di miele, poi lasciate riposare 5 minuti.

Nella ciotola della planetaria, con il gancio, inserite le farine, il latte con il lievito e la panna, e mescolate per un paio di minuti.

Aggiungete un uovo, facendo amalgamare prima di aggiungere il secondo. Fate incordare e poi aggiungete il burro in 3 volte, ogni volta si deve ben assorbire prima di aggiungerne ancora. Se l’impasto è troppo appiccoso, aggiungete uno o due cucchiaini di farina manitoba.

Lavorate l’impasto ancora 5-6 minuti, alternando le velocità, poi rovesciatelo sul piano di lavoro, impastate un attimo a mano, date la forma di una palla, e mettetelo in una ciotola pulita e leggermente oleata, coprendo con pellicola trasparente.

Lasciate lievitare in luogo tranquillo (io ho messo nel forno con la luce accesa) per circa 3 ore.

Riprendete l’impasto, sgonfiatelo, dividetelo a metà e da ognuna, con il mattarello, ricavate un cerchio, che dividerete in otto triangoli. Arrotolate ogni triangolo, partendo dalla base per arrivare alla punta, e metteteli sulla placca del forno, coperta di carta forno, o su altri vassoi: i triangoli devono essere ben distanziati, perchè cresceranno sia con la lievitazione che poi in forno, io ne metto sei per ogni infornata.

Coprite nuovamente con pellicola trasparente e lasciate lievitare per un’altra oretta, sempre in luogo tranquillo e tiepido.

Passata un’ora, riscaldate il forno a 180°, prendete le brioches, e, senza spostarle, spennellatele con del latte, eventualmente potete spargervi sopra un pochino di zucchero di canna. Cuocete in forno caldo per circa 10-15 minuti, poi tirate fuori e fatele raffreddare su una gratella. Se volete, potete spolverizzarle di zucchero al velo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *